ANES Monitor anche quest’anno rielabora i dati più significativi dell’edizione 2015 dell’Osservatorio AISM.

Il confronto con i dati dell’edizione 2014 (disponibile qui) mostra una costante previsione di crescita dell’adv digitale (che include pubblicità online, social media, email marketing e webmarketing), contrastato però da un’allocazione attuale del budget che è ancora molto tradizionale.

Per molte aziende impegnate in un mercato B2B la comunicazione tramite il proprio sito web aziendale è ancora oggi il principale canale di comunicazione, cosa che motiva gli investimenti in SEO e SEM.

Rispetto al 2015, l’esame dei dati rivela un sostanziale aumento della fiducia negli sviluppi futuri
del mercato, fiducia che quindi si riflette nelle previsioni di deciso aumento del budget marketing
nel breve periodo ma soprattutto nel medio-lungo.

Gli strumenti di marketing tradizionale pesano sempre meno e le tendenze in atto mostrano un
incremento di utilizzo di: pubblicità online, web/video/mobile marketing, SEO/SEM, social media e
eventi online.

I primi tre posti tra i temi giudicati prioritari per il futuro sono lead management, content
marketing e social media.

Futuro

L’allocazione futura del budget b2b

Oggi

L’allocazione odierna del budget b2b